Polizza colpa grave per i Dipendenti Pubblici

L’organico degli Enti Pubblici (Comuni, Province, Regioni, altri enti pubblici) è formato da dipendenti, funzionari, amministratori, sindaci, consiglieri, assessori, dirigenti di vario genere, presidenti, segretari, capi dipartimenti, ecc. Tali soggetti nel loro quotidiano lavoro sono esposti a responsabilità per danni che possono essere causati dall’esercizio della loro funzione pubblica. Accertato con sentenza il nesso tra l’errore professionale e il danno causato a terzi e quindi la relativa responsabilità, il dipendente/amministratore pubblico è esposto a pagare tale danno con il proprio patrimonio personale quando c’è stata la cd. “colpa grave”.

Gli errori professionali possono essere il risultato di atti, fatti, omissioni, ritardi commessi nell’esercizio delle funzioni pubbliche.

Il dipendente/amministratore pubblico potrà trovarsi obbligato a pagare all’Ente Pubblico ove presta servizio una somma di denaro a titolo di risarcimento del danno oppure ad altri soggetti pubblici o privati.

In tale contesto interviene l’Assicurazione RC Patrimoniale che si sostiuisce al dipendente/amministratore pubblico nel pagamento della somma di denaro per la quale è obbligato a titolo di risarcimento verso l’Ente Pubblico o soggetto privato.

Nelle garanzie della polizza rientrano anche le responsabilità conseguenti a smarrimento, distruzione o deterioramento di atti, documenti o titoli non al portatore purché non derivanti da incendio, furto e rapina.

Nel caso in cui terzi soggetti abbiamo ricevuto multe, ammende, sanzioni (amministrative, pecuniarie) per colpa grave del dipendente/dirigente pubblico, l’Assicurazione RC Patrimoniale darà adeguato ristoro all’Assicurato sostituendosi a quest’ultimo nel pagamento del risarcimento del danno.

La polizza rc patrimoniale rispetta l’impostazione di una tradizionale polizza rc professionale in riferimento al regime “claims made” e le estensioni di copertura della retroattività e della postuma delle garanzie.

Pertanto se sottoscrivo una polizza rc patrimoniale con n.5 anni di retroattività vuol dire che le mie prestazioni professionali della mia funzione pubblica poste in essere fino a 5 anni prima della stipula della polizza sono coperte, sempre se non abbiano generato qualsiasi circostanza già nota di cui l’assicurato ne dovrebbe essere ragionevolmente a conoscenza. Le circostanze note sono tali se ragionevomente possono originare una richiesta di risarcimento danni.

Inoltre acquistando la postuma – se tale possibilità è concessa dalla Compagnia – per fine mandato, cessazione definitiva dell’attività non derivante da licenziamento, pensionamento, morte dell’assicurato, eventuali richieste di risarcimento notificate all’assicurato dopo la scadenza della polizza saranno coperte dalla polizza scaduta. Il numero di anni di postuma ci informa per quanti anni la Compagnia potrà accogliere eventuali richieste di risarcimento dopo la scadenza della polizza rc patrimoniale.